FRASI SULLA FINZIONE

in me ogni affetto si verifica in superficie, ma con sincerità.
Sono stato sempre attore, e sul serio.
Ogni volta che ho amato ho finto di amare, e ho finto con me stesso.
Il Libro dell’inquietudine – Fernando Pessoa
***

Noi siamo ciò che facciamo finta di essere, e dovremmo porre più attenzione in ciò che facciamo finta di essere.
Kurt Vonnegut, Madre notte
***

La realtà e la finzione sono due facce intercambiabili della vita e della letteratura. Ogni sguardo dello scrittore diventa visione, e viceversa: ogni visione diventa uno sguardo. In sostanza è la vita che si trasforma in sogno e il sogno che si trasforma in vita, così come avviene per la memoria. La realtà è così sfuggente ed effimera…
Gesualdo Bufalino
***

ci sono un sacco di cose vere, intorno, e noi non le vediamo, ma loro ci sono, e hanno un senso, senza nessun bisogno di Dio.
Fammi un esempio.
Tu, io, come siamo veramente, non come faccia mo finta di essere.
Alessandro Baricco, Emmaus
***

Quando non vogliamo sapere una cosa – fingiamo di non saperla. – E se la finzione è più per noi stessi che per gli altri, creda pure, è proprio, proprio come se non si sapesse.
Luigi Pirandello
***

Quando non si è sinceri bisogna fingere, a forza di fingere si finisce per credere; questo è il principio di ogni fede.
Alberto Moravia, Gli indifferenti
***

Gli eroi di quella che chiamiamo finzione, tutti gli uomini archetipici e creatori – nessuno crea più di un eroe di finzione – non vivono di ciò che si chiama realismo ma della loro verità: quella verità che si affoga nel realismo
Miguel de Unamuno, Pirandello y yo, La Nacion, 1923
***

Sei solo. Non lo sa nessuno. Taci e fingi.
Fernando Pessoa
***

Il segreto del successo è la sincerità. Se riesci a fingerla, ce l’hai fatta.
Arthur Bloch
***

Se devo fare finta di non sapere che stai male, se devo fare finta di non averti donato il mio sangue, se devo fare finta che non mi piaci… insomma, non ci riesco a fare finta. E così ti ho già detto tutto: tu stai male, ti ho donato il sangue, mi piaci. Adesso posso parlare più liberamente, perché ho finito con le cose importanti. Quelle che uno deve dire per forza, perché se non le dice finge e se finge ci sta male. Io invece con te voglio essere sincero, perché tu sei parte di un sogno.
Alessandro d’Avenia, Bainca come il latte, Rosso come il sangue

A volte la realtà che ti trovi a  vivere è troppo pesante, il dolore troppo forte, la verità troppo scomoda. Affrontarla risulta sempre più difficile, vivere una vita così proprio non ti riesce… Una soluzione c’è: la finzione. Cominci un giorno, senza rendertene conto, senza una vera e propria decisione o cosapevolezza. Lo fai e basta, e stai meglio, almeno ti sembra di riuscire a respirare. E allora continui su quella strada. L’imperativo diventa il FINGERE. Fingere che tutto vada bene, fingere serenità, fingere equilibrio. Poi un giorno per caso passando davanti a uno specchio,  ti fermi a osservare il tuo sguardo. Ti rendi conto che i tuoi occhi appartengono a una persona diversa da quella che fingi di essere. Cominci a rifletterci su. Ne vale davvero la pena?

Anton Vanligt, Mai troppo folle

SociBook del.icio.us Digg Facebook Google Yahoo Buzz StumbleUpon

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>


Un libro davvero speciale per cambiare punto di vista sulle cose ed essere più felici!